Veduta del Sacro Monte di Varese.


ca. 1830.

Incisione all'acquaforte. Dimensioni alla battuta del rame mm 350x380, dimensioni del foglio mm 380x498. Impressa su carta uniforme priva di vergellatura. Macchiolina di inchiostro nella parte bianca in basso entro il rame, segno di piega verticale al centro, altri segni di sciupature nei margini, peraltro di buona conservazione.

€ 400,00
Incisione all'acquaforte. Dimensioni alla battuta del rame mm 350x380, dimensioni del foglio mm 380x498. Impressa su carta uniforme priva di vergellatura. Macchiolina di inchiostro nella parte bianca in basso entro il rame, segno di piega verticale al centro, altri segni di sciupature nei margini, peraltro di buona conservazione.
L'incisione è anonima ed è chiaramente derivata da quella incisa dal bolognese Marcantonio Dal Re attorno alla metà del secolo XVIII. La tavola del Dal Re titolava: Prospetto del Sacro Monte di Varese col disegno delle sue Cappelle e degli archi. Era contornata da 21 scorci delle cappelle e archi, il titolo era entro un nastro nel cielo mentre appena sotto vi era una didascalia su sei linee di testo, sotto, fuori dalla cornice che contorna la veduta centrale vi è la descrizione con note storiche e la dedica all'arcivescovo Pozzobonelli. L'anonimo incisore della nostra tavola pur ispirandosi a quella del Marcantonio Dal Re ne modifica alcuni particolari come ad esempio le nuvole, un albero in primo piano a sinistra che è aggiunto, la cornice che contorna la veduta risulta differente, ed in altri piccoli dettagli.