Curuna di dudici stiddi prisintata dalla Sicilia alla sua Rigina, e patruna principali la Gran Matri di Diu Maria concetta senza piccatu originali. Cioè dudici Privilegj di la stissa Signura dichiarati in versi Siciliani pri esseri lodata d'ogni sorti di persuni la sua Cunciziuni Immaculata.

Aa. Vv.
Palermo
Stamperia Barravecchia
senza data (prima metà del sec. XIX),

In 32°; pp. 16. Legatura in carta gialla. Alcune macchie sparse sulla stessa; alcune lacune alla copertina posteriore, in un caso penetrando nel margine bianco dell'ultima pagina, per l'azione del Lepisma saccharina (pesciolino d'argento). Stampato su carta vergellata, filigranata. Usura e macchioline ai bordi. Piccola macchia al margine inferiore delle ultime quattro pagine. Peraltro buona copia. Testo in siciliano.

€ 50,00
In 32°; pp. 16. Legatura in carta gialla. Alcune macchie sparse sulla stessa; alcune lacune alla copertina posteriore, in un caso penetrando nel margine bianco dell'ultima pagina, per l'azione del Lepisma saccharina (pesciolino d'argento). Stampato su carta vergellata, filigranata. Usura e macchioline ai bordi. Piccola macchia al margine inferiore delle ultime quattro pagine. Peraltro buona copia. Testo in siciliano.
Versione siciliana dello Stellario in onore di S. Maria Immacolata. Lo stampatore palermitano Barravecchia, fu attivo dal 1770 al 1830 ca., usando varie sottoscrizioni stampò circa una novantina di opere.