Descrizione della macchina areonautica ideata da Guido Orlandi da Bologna figlio dell'areonauta Francesco con suoi dettagli e due tavole di figure.

Orlandi Guido
Bologna.
Tipi delle Muse.
1869

in 16°; (180x120); 12 pp. Con una grande tavola ripiegata fuori testo raffigurante l'aerostato e vari particolari di esso. Brossura muta coeva. Bella copia.

€ 300,00
in 16°; (180x120); 12 pp. Con una grande tavola ripiegata fuori testo raffigurante l'aerostato e vari particolari di esso. Brossura muta coeva. Bella copia.
"Guido Orlandi, figlio di Francesco, continuò la tradizione aeronautica del padre, descrivendo in una pubblicazione edita a Bologna nel 1869, il progetto di un apparecchio di sua invenzione. Esso era composto da tre paloni a gas infiammabile che per mezzo di corde sostenevano due paracadute, e una navicella atta a contenere 24 persone. La novità da lui proposta consisteva in questo che per salire o scendere, in luogo di servirsi della zavorra o della sfuggita del gas, si doveva far uscire, o comprimere, sino a otto metri cubi d'aria, in un tubo di rame contenuto nella navicella... La navicella doveva avere proporzioni enormi, perché oltre alle persone conteneva anche un letto nel quale adagiare chi si fosse sentito male..." Caproni-Bertarelli, pag. 67. Nonostante al frontespizio si menzionino due tavole, i riferimenti del testo alle illustrazioni fanno menzione delle sole 6 figure presenti nell'unica tavola, che non è numerata.
Boffito, 325 con una tavola. Caproni-Bertarelli, pag. 104 con una tavola. Quattro copie censite in OPAC SBN, di cui una con una tavole (Malatestiana), le altre tre copie con due tavole.